<img height="1" width="1" src="https://www.facebook.com/tr?id=239077339852941&amp;ev=PageView &amp;noscript=1">
Search:

Dropshipping: 3 grandi vantaggi, ma guai a sottovalutare i rischi

Marketing Impresoft

Dropshipping: 3 grandi vantaggi, ma guai a sottovalutare i rischi

Il dropshipping è un modello di business sempre più in voga, ma non per questo nuovo.

Con il termine dropshipping si definisce un acquisto a fornitore effettuato a seguito di 

dropshipping, come marginare senza costi di magazzino

una vendita già avvenuta, il quale fornitore si occuperà per tuo conto di inviare la merce al tuo cliente.

Se riesci a selezionare un fornitore affidabile e stabilire un buon accordo, i vantaggi economici sono indiscussi:

  • Azzeramento costi immagazzinaggio scorte di magazzino. Non dovrai più acquistare merce, pagarla anticipatamente rispetto le successive vendite e sostenere costi di giacenza a magazzino oltre a ridurre drasticamente i costi finanziari!
  • Ampliamento della tua offerta. Grazie all’accordo che andrai a stipulare con più fornitori, non dovrai più limitarti a offrire i prodotti che hai a magazzino, ma potrai creare una tua vasta offerta, scegliendo accuratamente i prodotti secondo la strategia di vendita che vuoi perseguire, creando un ampio catalogo.
  • Introduzione fornitori di nicchia. Grazie al dropshipping, potrai introdurre nel tuo catalogo di vendita prodotti esclusivi, di piccoli fornitori di nicchia, che con i modelli tradizionali potrebbe divenire un rischio portarli in casa, ipotizzando vendite di cui ancora non hai il sentore chiaro. In ogni caso, il dropshipping ti permette di testare articoli di vendita senza costi particolari.

Se per alcune realtà viene utilizzato solo per i prodotti più ingombranti, il dropshipping per altri è vero e proprio unico modello di business. Crescono e tuttora nascono oggi attività imprenditoriali che possono risiedere in tutta la loro organizzazione in spazi di coworking, dove si trova a disposizione tutto quanto serve per strutturare un ufficio, ma non di certo un magazzino! Ovvero, attività gestite completamente in smart working.

Se con la nostra mente guardiamo un po’ al passato, il dropshipper di fatto rappresenta il vecchio procacciatore di affari.

Tuttavia, se fino a qualche anno fa eravamo abituati ad un procacciatore di affari che sfruttava la propria rete di conoscenze, il passaparola, e le visite a domicilio dei potenziali per vendere, oggi sempre di più la fa da padrona il marketing digitale. Ed ecco quindi che il dropshipping è diventato oggi, grazie all’esplosione dell’e-commerce, un modello sempre di più utilizzato. Ancora di più quando il canale di vendita è il market-place.

Avviare oggi una attività quale dropshipper è facilitata dai bassi costi di investimento in scorte  come sopra descritto, pur avendo una offerta ricca. L’esborso di capitale iniziale è molto ridotto e di norma viene investito completamente in tecnologia software (connessione internet, sito, e-commerce, gestionale, ecc) e di marketing.

Grazie a questi strumenti, la distanza tra cliente finale e fornitore (rappresentato qui dal dropshipper) si accorcia sempre di più. Il cliente finale potrebbe non conoscere mai chi è il produttore che in realtà gli spedisce per vostro conto la merce.

In rete si possono oggi trovare divertenti e stimolanti video di giovani dropshipper che raccontano in modo molto facile il modello di business con la loro esperienza.

Ma ciò non significa che tutto sia facile e non si celino insidie! Sarà di fondamentale importanza la cura nella scelta dei prodotti e dei fornitori più affidabili, che direttamente rappresenteranno la vostra affidabilità e la vostra reputazione.

Se ci spostiamo totalmente nelle vendite on-line, sarà importante essere in grado di distinguersi nell’offerta in modo da saper emergere. E ancora, andare continuamente alla ricerca del nuovo prodotto di tendenza per ottenere i massimi margini di vendita, considerando che purtroppo, non sarete sicuramente gli unici!!

Fondamentale in questo modello di business è essere ben accorti e in grado di districarsi nei calcoli di offerte, commissioni, eventuali costi di trasporto, logistica, ecc., al fine di essere sicuri di avere un congruo margine. Calcoli fondamentali anche nel caso vi affidiate ai colossi come Amazon, eBay, ecc.

StartyERP ordine acquisto sul venduto

 

Marketing Impresoft

Privacy Policy