Skip to main content

Il codice SDI, noto anche come codice destinatario, è fondamentale per garantire l’invio corretto della fattura elettronica.

Il codice SDI, che significa “Sistema di Interscambio”, è un identificativo unico assegnato a ciascun soggetto (aziende, professionisti, intermediari) che invia o riceve fatture elettroniche in Italia, questo codice è fondamentale nel processo di fatturazione elettronica, introdotto per facilitare lo scambio di documenti fiscali in modo digitale e automatizzato.

Quando una fattura elettronica viene emessa, deve essere inviata al Sistema di Interscambio dell’Agenzia delle Entrate, che si occupa di trasmettere la fattura al destinatario basandosi sul codice SDI da lui fornito. 

Il codice SDI è un codice di sette cifre;

L’Agenzia delle Entrate utilizza il codice SdI, ottenuto dalle piattaforme di fatturazione elettronica, per determinare a quale di queste inviare la fattura elettronica di un’azienda, il codice può essere inserito direttamente nella fattura o dichiarato dall’azienda nel proprio cassetto fiscale, in caso di discrepanze, si dà priorità al codice dichiarato nel cassetto fiscale.

Il codice SdI non viene assegnato automaticamente dall’Agenzia delle Entrate, ma viene fornito alle aziende dalle piattaforme di fatturazione elettronica che utilizzano, come ad esempio Aruba, Namirial, Teamsystem, ecc.


Per le aziende e i professionisti, il codice SDI è essenziale per garantire che le fatture elettroniche vengano inviate e ricevute correttamente, rispettando le normative fiscali italiane.

Il software gestionale web Startyerp, l’integrazione del processo di fatturazione elettronica con il codice SDI permette di semplificare la gestione contabile, automatizzando lo scambio di documenti fiscali e garantndo la conformità alle normative vigenti.

Il codice destinatario dei clienti di Starty Erp è t04zhr3.

Questo codice è associato dalla piattaforma tecnologica NARMIRIAL, il canale telematico accreditato presso l’AGID che gestisce l’emissione e la ricezione delle fattura elettroniche tramite Starty Erp.

SDI nella fatturazione elettronica

Nel processo di fatturazione elettronica in Italia, il codice SDI (Sistema di Interscambio) svolge un ruolo cruciale in differenti processi:

Trasmissione delle Fatture
Il codice SDI è utilizzato per trasmettere le fatture elettroniche dal mittente (fornitore) all’Agenzia delle Entrate assicurando che tutte le fatture elettroniche passino attraverso un canale ufficiale e tracciabile.

Inoltro al Destinatario
L’Agenzia delle Entrate utilizza il codice SdI per distribuire le fatture ricevute, tuttavia, attualmente non è più necessario per chi emette la fattura dichiarare questo codice.

L’integrazione del codice Sistema di Interscambio nel cassetto fiscale ha semplificato notevolmente il processo di fatturazione elettronica per le aziende in Italia. In precedenza, il reperimento e la gestione di questo codice potevano essere complessi e fonte di preoccupazione per gli uffici amministrativi, specialmente all’inizio dell’adozione della fatturazione elettronica.
Ora, con il codice SdI che viene indicato direttamente nel cassetto fiscale di ogni soggetto, l’agenzia delle Entrate può recuperare facilmente queste informazioni senza la necessità di avere il codice SdI sulla fattura ricevuta accelerando significativamente il flusso di lavoro, rendendo il processo più efficiente e riducendo la possibilità di errori.

Conformità Normativa
Utilizzando il Sistema di Interscambio e il relativo codice SDI, le imprese si assicurano di rispettare le normative fiscali italiane in materia di fatturazione elettronica il sistema garantisce che tutte le fatture siano inviate, ricevute e conservate in modo conforme.

Il Sistema di Interscambio esegue controlli automatici sulle fatture elettroniche, verificando la correttezza formale del documento (ad esempio, che i dati del mittente e del destinatario siano corretti e che il formato del file sia quello standardizzato) conservando una copia di ogni fattura elettronica trasmessa per un periodo di tempo definito, facilitando l’archiviazione digitale e l’accesso ai documenti fiscali.

Automazione e Integrazione nei Software Gestionali

In un software gestionale cloud come Starty Erp, l’integrazione del processo di fatturazione elettronica con il Sistema di Interscambio e l’uso del codice SDI permettono di automatizzare la creazione, l’invio, la ricezione e la gestione delle fatture elettroniche, riducendo errori manuali e migliorando l’efficienza amministrativa.

Come trovare il codice SDI di un’azienda

Per trovare il codice SDI di un’azienda, ci sono diversi metodi che puoi utilizzare, 

ll modo più diretto per ottenere il codice è chiedere direttamente all’azienda o al professionista con cui stai facendo affari o se hai già ricevuto una fattura elettronica da quell’azienda, puoi solitamente trovare il codice SDI nell’intestazione della fattura.
Le fatture elettroniche includono sempre il codice di Sistema di Interscambio.

Verifica tramite il Sito dell’Agenzia delle Entrate
Il metodo consiste nell’accedere al sito dell’Agenzia delle Entrate e navigare alla sezione dedicata alla Fattura Elettronica. In questo spazio, puoi procedere alla creazione di una nuova fattura. Dopo aver inserito la partita IVA, sarà necessario selezionare l’opzione “RECUPERO DATI ANAGRAFICI E DI REGISTRAZIONE” per procedere.

Servizi Online di Terze Parti
Alcuni servizi online di terze parti che offrono la possibilità di cercare il codice SDI di un’azienda. Questi servizi potrebbero richiedere il nome dell’azienda, il codice fiscale o la Partita IVA per effettuare la ricerca.
Ricorda che, se un’azienda ha scelto di utilizzare la propria PEC come codice SDI, dovrai ottenere l’indirizzo PEC direttamente dall’azienda, poiché non è sempre pubblicamente accessibile o ricercabile tramite gli stessi metodi del codice SDI numerico.

Come indicare il codice destinatario di privati senza P.Iva

Per i privati senza Partita IVA che ricevono fatture elettroniche, il codice destinatario da utilizzare è un codice standard: “0000000”. Il codice, composto da sette zeri, è noto anche come “Codice Destinatario Generico” ed è stato istituito per permettere l’invio di fatture elettroniche a soggetti privati non titolari di Partita IVA.

Come indicare questo codice nel processo di fatturazione elettronica?
Nella Fattura Elettronica, quando emetti una fattura elettronica destinata a un privato senza Partita IVA, devi inserire “0000000” nel campo destinato al codice SDI. Questo indicherà al Sistema di Interscambio che la fattura è destinata a un soggetto privato.

Una volta che la fattura elettronica è stata inviata con il codice “0000000”, l’Agenzia delle Entrate provvederà a rendere disponibile la fattura nella sezione “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate, a cui il destinatario privato può accedere tramite le proprie credenziali (SPID, CIE, o credenziali Fisconline/Entratel).

Il destinatario privato riceverà una notifica via email quando una nuova fattura elettronica è disponibile nella sezione “Fatture e Corrispettivi” del sito dell’Agenzia delle Entrate. Il processo presuppone che il destinatario abbia fornito un indirizzo email valido al momento della registrazione, ricorda che, il destinatario privato è responsabile della conservazione delle fatture elettroniche per il periodo richiesto dalla legge, una volta scaricate dal sito dell’Agenzia delle Entrate.

Il Codice destinatario di un cliente estero

Nel caso di fatturazione elettronica verso clienti esteri, cioè soggetti non residenti o non stabiliti in Italia, la procedura prevede alcune specificità relative al codice destinatario. Per queste fatture, poiché il destinatario non è registrato nel Sistema di Interscambio italiano, si utilizza un codice destinatario standard, che è “XXXXXXX” (sette caratteri X) per i soggetti esteri residenti in UE va inserita la partita IVA del destinatario. 

Per i soggetti esteri extra-UE va inserito il codice OO99999999999 (due volte la lettera O e undici volte 9)

Come gestire il codice destinatario per i clienti esteri?

Quando emetti una fattura elettronica destinata a un cliente estero, devi inserire il codice destinatario “XXXXXXX” nel campo apposito della fattura. Questo indica al Sistema di Interscambio che la fattura è diretta a un soggetto al di fuori del territorio italiano.
Anche se il codice destinatario “XXXXXXX” viene utilizzato, il sistema non inoltrerà la fattura al destinatario estero, dato che non è parte del sistema di fatturazione elettronica italiano.

Ricorda, dovrai inviare la fattura elettronica al cliente estero attraverso altri mezzi, come l’email o un sistema di trasferimento dati sicuro, questo passaggio è necessario poiché il Sistema di Interscambio italiano non gestisce l’invio di fatture al di fuori dell’Italia.

La fattura elettronica emessa verso un cliente estero deve essere comunque registrata e conservata secondo le normative italiane, nonostante il destinatario sia all’estero, verificando le normative del paese del destinatario riguardo la ricezione di fatture elettroniche dall’estero, per assicurarsi di rispettare eventuali requisiti specifici.

Queste indicazioni sono in linea con le regolamentazioni italiane sulla fatturazione elettronica e assicurano che le transazioni internazionali siano gestite in modo corretto e conforme.

Come ottenere il proprio Codice Destinatario

Per ottenere il proprio codice destinatario (SDI) in Italia, che è necessario per ricevere fatture elettroniche, è possibile seguire diverse strade.

  1. Registrazione presso l’Agenzia delle Entrate

Se non hai ancora un codice destinatario, puoi ottenerlo registrandoti al sistema di fatturazione elettronica dell’Agenzia delle Entrate, il processo è eseguito attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate, accedendo con le tue credenziali Fisconline o Entratel, o tramite SPID, CIE (Carta d’Identità Elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi), durante la registrazione, ti verrà assegnato un codice destinatario unico di sette cifre.

  1. Utilizzo della Posta Elettronica Certificata (PEC)

In alternativa, se preferisci, puoi utilizzare il tuo indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) come codice destinatario. In questo caso, le fatture elettroniche verranno inviate direttamente alla tua PEC.

Se scegli questa opzione, dovrai fornire il tuo indirizzo PEC come codice destinatario quando ti registri al sistema di fatturazione elettronica o lo comunichi ai tuoi fornitori.

  1. Contatto con l’Agenzia delle Entrate

In caso di dubbi o difficoltà, puoi sempre contattare direttamente l’Agenzia delle Entrate per assistenza nella ottenimento o nella verifica del tuo codice destinatario.

Una volta ottenuto il codice destinatario, è importante comunicarlo ai tuoi fornitori per assicurarti di ricevere correttamente le fatture elettroniche. Questo codice è un elemento chiave nel sistema di fatturazione elettronica in Italia e permette una gestione efficiente e automatizzata delle fatture.

L’importanza del Codice SDI per le aziende

Il codice destinatario è il mezzo attraverso il quale le fatture elettroniche vengono recapitate in modo sicuro e diretto all’azienda o al professionista, comunicando tempestivamente e correttamente questo codice, si garantisce che le fatture inviate dai fornitori siano ricevute senza ritardi o errori. 

Avere tutte le fatture elettroniche consegnate direttamente al software gestionale o all’indirizzo PEC designato ottimizza il processo contabile, riduce il rischio di perdite o ritardi delle fatture, facilita la registrazione e l’archiviazione automatica, e migliora la tracciabilità delle transazioni.
Comunicando chiaramente il codice destinatario, si riduce il rischio di errori o disguidi, come l’invio di una fattura al destinatario sbagliato. Questo contribuisce a una gestione più fluida e senza intoppi delle pratiche amministrative. In un contesto dove si utilizza un software gestionale come Startyerp, avere il proprio codice destinatario ben configurato permette di sfruttare al meglio le potenzialità di automazione e integrazione offerte dal software, rendendo la gestione delle fatture più rapida ed efficiente.

The best Erp Cloud Software.
Richiedi una sessione dimostrativa gratuita:

un nostro esperto applicativo ti presenterà le caratteristiche del prodotto. Compila il form sottostante: